Savuto

  • Tipologia: Rosso
  • Regione/zona: Calabria
  • Denominazione: DOC
  • Gradazione: 14% vol.
  • Capacità: 75 cl.

10,00 €

Bisogna ammetterlo, non è da tutti conoscere i vini calabresi ma per questo ci siamo noi: il Savuto merita. Si distingue dalla massa per il suo carattere fiero e temerario. D’altronde i suoi 14 gradi abbondanti si fanno sentire e richiedono coraggio. 

Sezione fortemente sconsigliata ai bevitori non accompagnati da sommelier professionisti. I testi contengono linguaggio tecnico noioso.

  • Tipologia: Rosso
  • Regione/zona: Calabria
  • Vitigno: 45% Gaglioppo, 15% Greco nero, 15% Magliocco Canino, 25% Nerello Cappuccio e Sangiovese
  • Denominazione: DOC
  • Gradazione: 14% vol.
  • Capacità: 75 cl.
  • Metodo di allevamento: Filari a Guyot e Cordone Speronato
  • Terreno: Creto-Ghiaioso
  • Ne hanno parlato: 2 bicchieri Gambero Rosso, L'Espresso, Wine Spectator, Veronelli
  • Annata: 2014
  • Altitudine vitigno: 250 metri sul livello del mare
  • Profumo: Vinoso con un bouquet floreale e fruttato che ricorda la prugna matura, le ciliegie e le more
  • Colore: Rosso rubino intenso
  • Sapore: Pieno, caldo e con ritorni del frutto percepito al naso. I tannini morbidi ci preparano ad un finale lungo
  • Affinamento: In acciaio per 4 mesi
  • Abbinamenti: Carni rosse, primi piatti a base di carne
  • Il produttore dice: Le vigne del Savuto traggono linfa dal territorio caratterizzato dal fiume Savuto che nasce nella Sila piccola, attraverso la maestosità delle montagne, scende nella vallata e sfocia nel Mar Tirreno
  • Il sommelier dice: Servire tra i 16 e i 18 gradi