Fonte del Re Lacrima di Morro d'Alba

  • Tipologia: Rosso
  • Regione/zona: Marche
  • Denominazione: DOC
  • Gradazione: 12,5% vol.
  • Capacità: 75 cl.
  • Annata: 2013

Non disponibile

Sai perché questo vino si chiama Lacrima? Non immaginarti spiegazioni trascendentali, romantiche o tragiche. Il nome deriva dalla caratteristica goccia che lacrima dal grappolo quando l’uva è giunta alla sua piena maturazione.

Sezione fortemente sconsigliata ai bevitori non accompagnati da sommelier professionisti. I testi contengono linguaggio tecnico noioso.

  • Tipologia: Rosso
  • Persistenza: Si
  • Regione/zona: Marche
  • Struttura: Corposa
  • Vitigno: 100% Lacrima di Morro d'Alba
  • Tanninicità: Alta
  • Denominazione: DOC
  • Speziato: No
  • Gradazione: 12,5% vol.
  • Capacità: 75 cl.
  • Aromaticità: Si
  • Terreno: Franco‐ argillosi, con esposizione sud‐est/sud‐ovest.
  • Annata: 2013
  • Altitudine vitigno: 150‐200 metri
  • Profumo: Vinoso, di rosa, di viola e sottobosco.
  • Colore: Rosso rubino intenso con evidenti sfumature violacee.
  • Sapore: Secco e caldo, con un tannino evidente ma non spigoloso e pungente.
  • Affinamento: In acciaio per circa 4 mesi.
  • Fermentazione: Alcolica e malolattica.
  • Abbinamenti: Salumi tipici locali come quello lardellato di Fabriano o il ciavuscolo, primi piatti a base di salsa rossa e ragù, piatti a base di carni bianche. Può anche essere accostato ad antipasti di pesce azzurro marinato o in carpione.
  • Vinificazione: All’uva, diraspata e leggermente pigiata, viene fatta svolgere una macerazione di massimo 10 giorni, infermentini di acciaio, ad una temperatura di 24 gradi per conservare al massimo le note fruttate del mosto.