Il prodotto è stato aggiunto correttamente al carrello

Quantità:

Totale:

Ci sono 0 prodotti nel tuo carrello. C'è 1 prodotto nel tuo carrello.

Totale prodotti:

Totale spedizione:  Da calcolare

Totale:

10 anni fa arrivava a Boris a sconvolgere il mondo della tv italiana: irriverente, moderna, surreale e soprattutto così poco italiana.

Boris ha creato modi di dire passati alla storia, ha demolito i luoghi comuni della televisione italiana, ha fatto riflettere sulle tematiche politiche e sociali, ma soprattutto ci ha insegnato che è possibile rivoluzionare un mondo con delle regole già impostate, un mondo che sembra impossibile da cambiare. E per questo non possiamo che dirgli grazie e lo faremo a modo nostro.

Perchè Boris ha ispirato anche noi: con la nostra idea di rivoluzionare le regole e i dettami del mondo del vino.

Quindi ringraziamo Renè, la sua troupe e i suoi attori cani con l’unico modo che conosciamo: questa playlist è per voi!

 

 

10 anni fa arrivava a Boris a sconvolgere il mondo della tv italiana

Quando abbiamo pensato ad una playlist per i 10 anni di Boris, il primo pensiero è corso subito a lei: la nostra “esperta” per eccellenza: Itala.

Itala

Per celebrare questo traguardo Itala potrebbe brindare con la Nana, un Chianti Classico ma in formato portatile, così può portarselo ovunque (o se vuole può sempre travasarlo nel suo thermos non ci offendiamo).

René Ferretti

René Ferretti è un grande regista, un po’ incompreso, ma sempre un grande artista. Per questo il vino perfetto per lui è il Director’s Cut 

Duccio

Duccio, perfetto direttore della fotografia, ama “riflettere” per questo abbiamo pensato a  qualcosa che lo aiutasse a pensare (anche nella sua roulotte) quindi per lui il vino ideale è Tutto dipende da dove vuoi andare.

 

Renè ci ha insegnato un nuovo mantra per motivarci

Biascica

Biascica, il capo elettricista, con il suo immancabile berretto con la scritta Asshole,  è in realtà un romanticone (vittima spesso di colpi di fulmine improvvisi) per lui ci vuole un vino come L’altra metà del cuore

Alessandro

Alessandro, lo stagista. Un po’ un emblema di tutti i giovani sottopagati che inseguono un sogno. Per lui che cerca di farcela e sopporta di tutto ci vuole qualcosa di forte come Ostinatamente

Arianna

Arianna, è l’aiuto regista e l’unica che si comporta da professionista. Per lei il lavoro viene prima di tutto, anche dei sentimenti. Per questo motivo le abbineremo un vino che la faccia rilassare e la renda allegra a cominciare dal suo nome: con Lillarae può godersi finalmente il meritato successo e dedicarsi all’amore.

Biascica ci ha insegnato…nuovi modi di dire cose che non possono essere ripetute

Corinna e Stanis

I due attori cani hanno fatto delle loro pause e sospiri il loro cavallo di battaglia. Nessun vino è più indicato di Sospiro per loro.

Lo stagista muto

Senza nome, o almeno nessuno se lo ricorda. Lorenzo è lo Schiavo di Biascica, maltrattato e insultato da tutti, non perde l’amore per il suo lavoro. Attende con pazienza che le cose per lui cambino e succede (suo zio vince le elezioni e diventa un intoccabile). Quindi per lui il vino perfetto è L’attesa.

Ma Boris non esisterebbe senza…Boris: il pesce portafortuna di Renè. E a lui che abbiniamo ovviamente Ottimo con il pesce sperando che non lo prenda come un insulto.

Stanis ci ha insegnato come recitare in modo poco italiano

Ma Boris non esisterebbe senza…Boris: il pesce portafortuna di Renè. E a lui che abbiniamo ovviamente Ottimo con il pesce sperando che non lo prenda come un insulto.