Coda di Volpe

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

  • Tipologia: Bianco
  • Regione/zona: Campania
  • Denominazione: DOC
  • Gradazione: 13% vol.
  • Capacità: 75 cl.

12,00 €

Hai mai sentito parlare del vino Coda di Volpe? Il suo nome curioso deriva proprio dal grappolo d'uva alla base di questo vino che ricorda appunto la coda di una volpe. Se vuoi essere furbo non lasciartelo sfuggire.

Sezione fortemente sconsigliata ai bevitori non accompagnati da sommelier professionisti. I testi contengono linguaggio tecnico noioso.

  • Tipologia: Bianco
  • Persistenza: Si
  • Regione/zona: Campania
  • Struttura: Corposa
  • Vitigno: Coda di Volpe 100%
  • Denominazione: DOC
  • Speziato: No
  • Gradazione: 13% vol.
  • Sapidità: Media
  • Capacità: 75 cl.
  • Metodo di allevamento: Filare a spalliera 2,00 m per 1,10 m
  • Terreno: Argilloso
  • Ne hanno parlato: Stephen Tanzer
  • Annata: 2015
  • Altitudine vitigno: 400-500 m/slm
  • Profumo: Fruttato e floreale con leggere sensazioni aromatiche. Note di pesca, salvia e mela
  • Colore: Giallo paglierino brillante
  • Sapore: Sapido, fresco. Buon equilibrio durezze/morbidezze
  • Affinamento: Bottiglia per 3 mesi minimo
  • Abbinamenti: Con primi piatti a base di pesce. Grigliate di pesce e crostacei. Con frutti di mare
  • Il produttore dice: Le uve, accuratamente selezionate, vengono raccolte e collocate in cassette di plastica forate di circa 20 Kg cadauna, evitando qualsiasi lacerazione delle bucce
  • Il sommelier dice: Di colore giallo paglierino, il profumo fruttato intenso e persistente con gradevoli note di agrumi; al gusto aromatico ed equilibrato