Falanghina

  • Tipologia: Bianco
  • Regione/zona: Campania
  • Denominazione: IGT
  • Gradazione: 13% vol.
  • Capacità: 75 cl.

12,00 €

La sua storia è fra le più antiche. Si ritiene che le uve da cui è ricavato siano imparentate con quelle anticamente usate per produrre il vino Falerno, uno dei più apprezzati dell’epoca romana e più volte celebrato da Plinio il Vecchio. Ti basta come storia da raccontare agli amici?

Sezione fortemente sconsigliata ai bevitori non accompagnati da sommelier professionisti. I testi contengono linguaggio tecnico noioso.

  • Tipologia: Bianco
  • Persistenza: Si
  • Regione/zona: Campania
  • Struttura: Corposa
  • Vitigno: Falanghina 100%
  • Denominazione: IGT
  • Speziato: No
  • Gradazione: 13% vol.
  • Sapidità: Media
  • Capacità: 75 cl.
  • Metodo di allevamento: Filare a spalliera 2,00 m per 1,10 m
  • Densità: 4.500
  • Ne hanno parlato: Gambero Rosso
  • Annata: 2016
  • Altitudine vitigno: 400 - 500 m s.l.m.
  • Profumo: Fruttato, floreale, minerale. Note di agrumi, limone, mela golden e acceni minerali
  • Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati
  • Sapore: Fresco, di grande sapidità. Finale con note delicatamente agrumate
  • Abbinamenti: Con primi piatti a base di pesce. Grigliate di pesce e crostacei. Con frutti di mare
  • Il produttore dice: Le uve, accuratamente selezionate, vengono raccolte e collocate in cassette di plastica forate di circa 20 Kg cadauna, evitando qualsiasi lacerazione delle bucce
  • Il sommelier dice: Tra i più diffusi del beneventano, il vitigno della falanghina regala uve fini e fresche