Sospiro

  • Tipologia: Bianco
  • Regione/zona: Lazio
  • Denominazione: IGT
  • Gradazione: 11,5% vol.
  • Capacità: 75 cl.
  • Annata: 2015

Cosa vi viene in mente sentendo la parola sospiro? Amore non ricambiato? Un paio di scarpe firmate che non potete permettervi? Un  viaggio a Bali o la vostra squadra che vince? Niente di tutto ciò ha a che vedere con questo vino. Il sospiro a cui fa riferimento il produttore non è nient'alto che un'unità di misura per il vetro, usata nel passato nelle Osterie romane. Delusi? Fate un bel sospiro

Sezione fortemente sconsigliata ai bevitori non accompagnati da sommelier professionisti. I testi contengono linguaggio tecnico noioso.

  • Tipologia: Bianco
  • Regione/zona: Lazio
  • Struttura: Corposa
  • Vitigno: 100% Trebbiano
  • Denominazione: IGT
  • Speziato: No
  • Gradazione: 11,5% vol.
  • Sapidità: Bassa
  • Capacità: 75 cl.
  • Aromaticità: Si
  • Densità: 100/100
  • Terreno: Argilloso di medio impasto ricco di ciottoli di origini vulcanica.
  • Annata: 2015
  • Profumo: Fresco e fruttato, con aromi di mela, pesche mature e fiori di agrume.
  • Colore: Giallo paglierino tenue, con riflessi verdognoli.
  • Sapore: Secco e brioso, ben bilanciato dagli aromi fruttati che pervadono il retro naso, esaltandone la vivacità.
  • Affinamento: In serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata, per mantenerne inalterati la freschezza e gli aromi fruttati. All'imbottigliamento il vino è addizionato con una modesta quantità di CO2 almeno 2 mesi in bottiglia prima della commercializzazione.
  • Fermentazione: In serbatoi in acciaio inox a temperatura controllata per esaltarne freschezza e carattere fruttato.
  • Abbinamenti: Perfetto come aperitivo o come accompagnamento di antipasti a base di crostacei o frutti di mare.
  • Il produttore dice: Alcuni nomi dei nostri vini prendono origine dai recipienti in vetro usati nelle antiche Osterie Romane. Papa Sisto V Peretti chiamò Sospiro l'equivante di un bichiere.
  • Vinificazione: Gli acini vengono diraspati e pressati sofficemente, dopodiché il mosto va incontro a chiarifica a freddo.
  • Il sommelier dice: Servire tra i 10 e i 12 gradi.